×
Passa al contenuto principale

Potrebbero interessarti anche

Motricità grossolana
Motricità grossolana

L'abilità grosso-motoria (o motricità grossolana) riguarda tutte le abilità richieste per controllare i muscoli più grandi delle braccia, delle gambe e del tronco che permettono, ad esempio, di camminare, correre, stare seduti, gattonare.

Tappeti sensoriali
Tappeti sensoriali

Tappetoni sensoriali con diverse superfici e consistenza (morbida, o rigida). Anche disponibile Set-ECO, fatto con un polimero derivato dal legno.

Pinzette
Pinzette

Pinzette e pipette di vario tipo, tutte con impugnature ergonomiche. Un modo molto divertente per allenare la motricità fine, un abilità fondamentale per la scuola e per attività di tutti i giorni.

MasticAbili
Il Punto
MasticAbili

Dietro le quinte di Giocabilità. Riassortimenti, nuovi arrivi, curiosità e novità. Tutto raccolto in una pagina del nostro Blog, che abbiamo deciso di chiamare "Il punto".

MasticAbili

Recensioni

Ipovisione
Ipovisione

Giochi e i materiali con colori con contrasti molto forti (bianco/nero, bianco/nero/rosso) o colori con un alto livello di saturazione, giochi luminosi, sonori e giochi tattili.

Integrazione sensoriale
Integrazione sensoriale

Una raccolta di giochi e materiali sensoriali: giochi luminosi, tattili, ad alto contrasto, ponderati, clessidre per gestire il tempo, MasticAbili, materiali per migliorare l'equilibrio e la propriocezione.

Disabilità motoria
Disabilità motoria

Giochi e materiali adatti in caso di disabilità motoria: giochi per allenare la motricità fine, materiali per il disegno con prese facilitate, libri in formato sfogliafacile, giochi per l'equilibrio e la propriocezione.

Oogi cucu

In cosa crediamo

Ogni bambinə ha il diritto al gioco, alla spensieratezza, al divertimento. Grazie al gioco il bambino impara a conoscere se stesso, relazionarsi con gli altri, adattarsi alla vita. Spesso l'adultə vede il gioco come strumento educativo, didattico e terapeutico. Questi sono gli effetti collaterali positivi del gioco ma non bisogna perdere di vista il gioco fine a se stesso, per il piacere di giocare.

Interpretazioni negative si assoceranno a qualsiasi parola. Cambiare le parole non servirà a nulla se non c'è un cambiamento di attitudine verso la disabilità

Tom Shakespeare