Benvenuto in giocabilità   Clicca per leggere il testo selezionato! Benvenuto in giocabilità Clicca per leggere il testo selezionato GSpeech
×

"...[Tutti i bambini]: hanno il diritto di riposare, giocare, fare sport, esprimere la propria creatività e partecipare alla vita artistica e culturale del paese in cui vivono."

Art. 31, Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia

#GIOCABILITà

Perché abbiamo scelto questo nome?

Giocabilità
  • Giocabilità: gioco + abilità. Perché ogni bambino ha diritto al gioco, indipendentemente dalle proprie abilità! Noi cerchiamo di fornire gli strumenti per giocare al meglio
  • negozio online: siamo su www.giocabilita.it, non abbiamo un negozio fisso perché con l'online possiamo organizzarci per seguire i nostri bimbi
  • per tutti i bambini: quello che stiamo cercando di fare è creare un set di giochi giocabili anche da bambini con disabilità, per i quali spesso i giocattoli sono difficilmente accessibili e che, quindi, vengono esclusi dal gioco. Questo l'abbiamo scoperto in prima persona, ma ti raccontiamo di noi in un altro post!  
  • senza distinzione ma con più attenzione: a volte ci chiedono "voi vendete solo giochi per bambini con disabilità?". No! Perché non esiste un gioco per i bambini con disabilità. Ogni bambino, e questo vale per tutti i bambini, potrà giocare con quei giocattoli che sono accessibili alle sue abilità e che rispecchino i suoi interessi. Le etichette le lasciamo fuori dal gioco, perché non servono.
#CONFRONTO

Il confronto è alla base di quello che facciamo.

Giocabilità

Noi partiamo dalla nostra esperienza: una difficoltà motoria che si scontra con molti giochi in commercio poco giocabili. Un aneddoto: quando G&M erano piccoli avevamo riempito i libri cartonati con quei feltrini che di solito si usano sotto le sedie. Perché? Per creare uno spazio tra una pagina e l'altra così che fossero più facilmente sfogliabili in autonomia. Quando abbiamo trovato i primi libri Sfogliafacile, in cartonato sagomato, abbiamo fatto letteralmente salti di gioia! Ecco quello che cerchiamo nei giochi e materiali: quel dettaglio in più che li renda utilizzabili con soddisfazione, non frustrazione!

Ma è da voi che abbiamo conosciuto aspetti sensoriali che prima ignoravamo: ecco allora che sono arrivati i MasticAbili, i ponderati, le colonne a bolle, le clessidre non solo per stimare il tempo ma come aiuto per regolare le proprie emozioni, giochi vibranti o tattili, comunicatori e molto altro!

C'è qualcosa che vorresti trovare su Giocabilità ma sul sito on c'è? Anche se è solo un'idea vaga contattaci e cerchiamo di capire insieme se possiamo aggiungerlo al catalogo!

Questo continuo evolverci con voi, porta a far sì che continuiamo ad aggiungere giochi e materiali in catalogo. Però, finalmente, abbiamo inserito anche online un catalogo sfogliabile, così puoi vedere i vari giochi raccolti per categoria e confrontarli più facilmente. Dalle immagini sul catalogo o sul sito non riesci a capire bene le caratteristiche di un gioco? Contattaci per una consulenza telefonica, fotografica o video!  :)

Tutti i giochi e materiali che scegliamo sono proposti con scopo ludico, ma di questo ne parliamo nel prossimo pallino  :)

#DIVERTIAMOCI TUTTI

"Divertiamoci, tutti" è il nostro motto. Perché il gioco è divertimento!

Giocabilità

Gioco per il piacere di giocare: il gioco è spinto da una motivazione interna, che è il piacere dato dal divertimento, dalla risata, dalla scoperta.

A volte, però, per un adulto questa definizione sembra quasi banale, una perdita di tempo. E allora via alla ricerca dell'ultimo "gioco educativo" (definizione inflazionata ultimamente), che i bambini mica possono perdere tempo ad esplorare il mondo ma devono riuscire a risolvere equazioni di secondo grado tra un biberon e l'altro! Oppure, via alla ricerca del gioco che stimoli la motricità fine mentre sviluppa l'area logico matematica.

Se il bambino ha una disabilità, poi, diventa ancor più facile cadere nella trappola, oh come diventa facile! Ogni momento viene visto come utile per lavorare sulla disabilità per cercare di acquisire nuove competenze. In tutti questi casi il gioco diventa un lavoro e perde del suo originale significato.

E allora fermiamoci, respiriamo e respiriamo di nuovo.

GIOCO PER IL PIACERE DI GIOCARE.

Abbandoniamo i preconcetti e l'ansia da prestazione, silenziamo i telefoni e facciamoci guidare dal bambino. E vedrai, il tempo insieme a giocare è davvero una magia.

Disclaimer: nulla contro i giochi educativi e terapeutici, che hanno le loro validissime ragioni di esistere nei giusti contesti e SE accompagnati al gioco per piacere di giocare :)

#FUNZIONALITà

Come scegliamo i giochi? Ecco alcune caratteristiche a cui prestiamo attenzione:

Giocabilità
  • Ergonomicità: forma e dimensione - utile per tutti i bambini ma diventa un requisito spesso necessario per i bambini con #disabilitàmotoria
  • Versatilità: prediligiamo materiali non limitati ad un'unica funzione - #openended
  • Qualità dei materiali: legno, silicone alimentare, tessuti, metalli, - #sensory
  • Resistenza: elevata qualità strutturale - abbiamo due tester qui in casa che hanno messo a dura, durissima, prova alcuni dei giochi!
  • Colori: contrasti e cromaticità. La scelta dei colori è fondamentale soprattutto nei bambini più piccoli o con #ipovisione
  • Design: inclusivo e bello! Sul design inclusivo ci sono un paio di igtv, mentre sulla bellezza crediamo che l'inclusione passi anche attraverso la bellezza degli oggetti
  • Certificazione: tutti i giochi sono certificati CE e alcuni hnnno altre certificazioni sui materiali - #sicurezza

Ma la scelta finale si basa su questa semplice domanda: daremmo questo gioco in mano ai nostri figli? Se la risposta è positiva allora lo aggiungiamo!

E' successo che arrivassero materiali che da catalogo sembravano belli ma una volta arrivati non ci hanno convinto, non hanno visto la luce sul sito.

Quale gioco aggiungeremo domani?  :)

#CHI SIAMO

Ci presentiamo un po' e ti sveliamo, alla fine, come mai non ci arrendiamo contro i colossi!

Giocabilità

Facciamo un passo indietro: due ricercatori itineranti e due figli cercati in lungo e in largo. Che gioia quando ci han detto che c'erano due puntini  :) E qui entra in gioco la statistica: sì perché mentre tutti ti dicono che andrà tutto bene, la statistica prova a dirti che non è tutto così semplice.

La nostra terapista, che ci ha seguiti nei primi 3 anni e a cui dobbiamo parte di quel che siamo diventati, ci ha mostrato da subito che dobbiamo garantire ad ogni bambin* il diritto a vivere una vita come tutti gli altri bambini, che la #disabilità non deve essere una causa (o scusa!) per chiudersi al mondo.

Ogni persona è diversa, ok, ogni persona necessita di strumenti diversi per fare una stessa cosa, ok, MA di base i bisogni sono gli stessi. Se si modifica l'ambiente, spazi fisici ma anche la società, rendendolo accessibile allora la disabilità diventa una caratteristica come un'altra.

Tra terapie e incertezze il momento del gioco sarebbe dovuto essere il momento spensierato. Ma quando ti trovi a dover modificare e costruire nuovi giochi, a mettere in un cassetto quelli regalati perché non usabili ecco che allora il giocattolo diventa il simbolo di un ulteriore limite. In quel periodo di giorni e notti al computer a cercare informazioni abbiamo scoperto così un approccio al gioco e alla disabilità che era più adatto a noi rispetto a quello che trovavamo nei negozi classici.

Ecco come siamo diventati #Giocabilità: che è un negozio, un luogo di confronto, una voglia di cambiamento sociale. Non sappiamo quanto stiamo riuscendo a fare, ma quando ci arrivano i vostri messaggi ci sembra di essere sulla strada giusta!

C'è anche un aspetto egoistico in questo progetto: Giocabilità è stata un'occasione per conoscere persone lontane geograficamente ma con cui abbiamo una vicinanza di idee, visione, approccio alla vita, con cui ci si capisce al volo. Con alcune persone ci siamo conosciuti virtualmente, con altre anche dal vivo (speriamo ancora presto!).

Perché resistiamo contro i grandi tipo quell'ecommerce dalla AallaZeta? Perché nostra figlia ci ha detto che da grande vuole fare il lavoro di papà e dare i giochi ai bambini

#INCLUSIONE

Diritto al gioco? Sì, parliamone perché ci sono troppi bambini a cui questo diritto è negato.

Giocabilità

Noi ci siamo accorti di come con una disabilità motoria moltissimi giocattoli fossero inutilizzabili: alcuni li abbiamo modificati, altri son diventati inutili soprammobili. Per non parlare dei parchi giochi, raramente accessibili, che ti fanno imparare nuove strade, letteralmente. Occhio non vede cuore non duole. Dicono.

Giocare non è un qualcosa di banale, anzi! Nel gioco il bambino è ma un protagonista attivo che cresce, esplora le proprie emozioni, sperimenta i fenomeni del mondo, impara a relazionarsi con gli altri.

Il gioco è così importante che la convenzione ONU sui diritti dell'infanzia gli ha dedicato l’Art.31:

"Gli stati parti garantiscono al fanciullo il diritto al riposo e al tempo libero, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età..."

Cosa possiamo fare, come società o singoli, per garantire il diritto al gioco?

  • parchi pubblici accessibili, con l'eliminazione di barriere architettoniche e sensoriali (non basta una singola struttura per bambini con disabilità motoria per rendere un parco giochi inclusivo)
  • servizi ricreativi senza orari ridotti, spesso fino ad arrivare a 0, per bambini con disabilità e con presenza di personale formato
  • strumenti (giocattoli e materiali) che tengano conto delle diverse abilità di ogni bambino, che lo invoglino a giocare e che gli permettano di giocare anche con altri bambini
  • supporto alle famiglie: per un adulto può esser difficile giocare con un bambino, se il bambino ha una disabilità grave lo diventa ancora di più, col rischio di focalizzarsi sull'aspetto terapeutico a discapito di quello ludico
  • pensare fuori dagli schemi: uscire dai giochi classici, pensare a nuove modalità di gioco in modo creativo e che facciano divertire!
  • anche se non si ha un figlio con disabilità spingere perché tutte le cose sopra accadano!
  • aiutaci a completare la lista, scrivici!
#VOI
Giocabilità

Tu, tu, tu e anche tu!

Tu che non cerchi giocattoli solo perché la TV bombarda di pubblicità.

Tu che cerchi giochi fatti bene, sia nei materiali che come modalità d'uso.

Tu che vuoi metterti in gioco insieme ai tuoi bambini, anche se a volte è difficile.

Tu che dai valore anche al lavoro che facciamo di sensibilizzazione per il diritto di gioco di tutti i bambini, indipendentemente dalle loro abilità.

Tu che vedi le nostre storie e capisci come mai abbiamo appena passato 10 minuti a fare salti di gioia perché sono arrivati i palloni con i sonagli, che possono essere usati anche da bambin* ipovedenti o ciechi.

Tu che ci contatti, ci racconti di cosa ha bisogno il tuo bambino e insieme troviamo il gioco migliore.

Tu che quando arriva un nostro pacchetto ci mandi un messaggio, fai un post o una storia e ci fai l'onore di entrare con te in casa tua, nel tuo studio o nella tua aula.

Tu che credi che un giocattolo non sia qualcosa di banale ma uno strumento di crescita e divertimento.

Ecco, a te il nostro GRAZIE.

Qual è la nostra filosofia

Abbracciamo il concetto di disabilità definito nella classificazione internazionale del funzionamento (ICF) sviluppato dalla organizzazione mondiale della sanità. Ovvero, la disabilità viene considerata come una complessa interazione tra le condizioni di salute dell'individuo e fattori ambientali e personali. Viene quindi riconosciuto il ruolo dell'ambiente (architettura, economia, politica, cultura, norme sociali e valori estetici) fondamentale nella creazione della disabilità, insieme al ruolo delle condizioni di salute.

In linea con questo modello, abbiamo cercato e stiamo cercando di creare un vasto set di giochi che non limitino le possibilità di divertirsi di ciascun bambino. Ovvero giochi con caratteristiche tali da poter essere utilizzati anche nel caso in cui le abilità non sono quelle "medie". Per chiarire questo concetto si può ricorre all'esempio delle scale, ovvero per passare da un punto A ad un punto B situati ad altezze diverse si può utilizzare una scala, una rampa o un ascensore. La presenza della rampa o dell'ascensore non limitano la possibilità a chi non deambula di salire o scendere ma al tempo stesso possono essere usati anche da chi è in grado di camminare. In questo modo si estende la possibilità di compiere una determinata attività (il passaggio da A a B) a persone con differenti abilità. In modo analogo, nei giochi, un pastello con una presa grande permette ad un bambino o bambina che ha difficoltà nell'afferrare oggetti piccoli di colorare e al tempo stesso non preclude l'utilizzo del pastello a qualunque altro bambino che non presenta questa difficoltà

Giocabilità nel sociale

Giocabilità supporta un altro nostro progetto chiamato Mappabilità. Ovvero una piattaforma web per l'organizzazione e la consultazione di aggregazioni sociali a supporto dei bambini con disabilità. Collezioniamo e rendiamo fruibili gratuitamente (da qualsiasi dispositivo) informazioni riguardanti associazioni, fondazioni, comitati, gruppi che si occupano di disabilità nei bambini e ragazzi. Le informazioni sono visualizzabili come tabella o mappa interattiva. Sono cercabili per parole chiave, tipologia, ambito e, se possiedono una sede operativa, mappate geograficamente. Non è un semplice elenco, e teniamo particolarmente all'accuratezza dei dati inseriti e al loro costante aggiornamento. Se vuoi saperne di più vai al sito www.mappabilita.it

Contattaci!

∗ I campi con asterisco sono obbligatori

Oppure, hai Facebook?

Inviaci un messaggio

Giocabilità srls

Arquata Scrivia (AL), Italia

Partita I.V.A. IT-02548620067

Codice destinatario: 66OZKW1

R.E.A. AL 265022

Tel: +39 380 30 23 714

Web: www.giocabilita.it

Email: info@giocabilita.it

PEC: postmaster@pec.giocabilita.it

Clicca per leggere il testo selezionato! Clicca per leggere il testo selezionato GSpeech